18 settembre 2010

Olio per le vie della città

Non è la prima volta che accade a Chieti che qualche mezzo, durante il suo passaggio spesso di notte o al mattino presto, nelle vie centralissime della città, lasci dell'olio a imbrattare il suolo anche del corso appena restaurato. Successe tempo fa in via Pollione (via degli orefici) e quella mattina lo potei constatare io stesso e comunicare al vigile che sostava nei pressi del "pozzo" che la strada era divenuta scivolosa e si rischiava qualche capitombolo... allora l'olio era una pellicola trasparente che ricopriva per intero la via, questa mattina invece come mi comunica Luciano Pellegrini, documentandomi con un bel numero di foto, l'olio era visibile e la sporcizia che ne derivava dalla sua fuoriuscita riguardave vie e piazze centralissime. Lascio al suo racconto la descrizione del fenomeno.

"... Per il corso Marrucino stanno installando le immagini per la mostra che si realizzerà dal 18 settembre al 31 ottobre. L’artista Marco Lodola mostrerà le sculture luminose.
Iniziativa simpatica non per altro per la curiosità suscitate da queste sculture in plexiglas all' interno delle quali ci sono tubi colorati che si illuminano. La città deve essere preparata per l’inaugurazione ad accoglere le persone che verranno. Quindi pulizia, forse negozi aperti, vigilanza. Speriamo che non ci sia l’invasione delle bancarelle che nulla hanno a che vedere con questa mostra. Invece che trovo stamattina? Una striscia continua di olio, certamente fuoriuscito da un motore cha ha imbrattato l’area espositiva. Qualche mezzo meccanico, dalle circonferenze effettuate, potrebbe trattarsi di una macchina che raccoglie la spazzatura, ha perso l’olio, può succedere. L’autista invece di bloccare il mezzo ha proseguito ed allora io ho fatto finta che questo olio fosse un “filo di Arianna”, e l’ho seguito. Questo dovrebbe essere il percorso: E’ partito da piazza San Giustino- via Arcivescovado-largo Barbella- via V.Colonna- via Lanciani- via San Paolo- piazza Vico- c.so Marrucino- ha girato al negozio Terranova- ha transitato sotto i portici… sulle mattonelle di marmo, per cui immaginate come si cammina. Probabilmente si è fermato, meno male, a piazza G.B.Vico. Questa piazza è stata riempita di olio con enormi cerchi. (vedi foto sopra) Sembra che di questo macello non se ne è accorto nessuno. Allora sono entrato in azione io, parlando con due assessori ed un consigliere. Devo dire che gli assessori hanno subito telefonato alla ditta TEMA per cercare di riparare il riparabile. L’olio viene assorbito dalla pavimentazione, nuova, fa caldo e questa sera verificherò la situazione. Ma questo autista, può essere che non si è accorto di niente ed invece di pulire ha imbrattato?


Luciano Pellegrini

4 commenti:

  1. l'olio è terribile! Se non lo contieni con segaura e altri prodotti specifici.

    Buon week end

    RispondiElimina
  2. chissà cosa sperava l'autista del mezzo "incriminato" che nessuno si accorgesse dell'accaduto ? L'olio è una delle schifezze che più mi fanno incazzare, baste guardare nei parcheggi sotto le coppe dell'olio delle vecchie macchine. Adesso bisognerà stare attenti a quali mezzi circolano in cente, il corso è stato appena rifatto, facciamolo durare un pò cazzo!!!! E' il salotto buono della città e ci è costato un'estate di disagi e discossioni.

    RispondiElimina
  3. @Kilie

    sapranno senz'altro come operare i "signori" che hanno causato il casino, dovrebbero essere proprio quelli che raccolgono le immondizie giornalmente. Quello che fa incazzare che non si sia fermato in tempo avvisando chi di dovere. Questo è mancanza di rispetto per gli altri che usufruiscono, in centro storico, del salotto buono della città.

    RispondiElimina
  4. Luciano pellegrini18 settembre 2010 14:32

    Piuttosto che l’olio passo passo o filo di Arianna lo chiamerei L’OLIO DI ARIANNA, lo trovo più appropriato all'argomento.

    Sembra che la ditta TEMA verso le ore 17 di ieri 17 settembre, abbia fatto qualche cosa per eliminare l’inconveniente, ma se il risultato è quello che si vede oggi, sembra una presa per il cxxx, non solo verso me che ho evidenziato il fatto ma verso i cittadini.

    Il sindaco, gli assessori preposti non dovevano accettare questo risultato. Amici cari le mattonelle hanno pochi giorni di vita e se la Tema non sa come pulire l’olio di motore può e deve aggiornarsi. Non può far vedere che ha operato, ma male e senza soluzione.

    Da voci, la ditta TEMA, dal primo di ottobre passa il testimone della pulizia della città ad altra ditta. Ma sino al 30 settembre deve onorare l’impegno. O no, cari amministratori? Intanto oggi ci teniamo questo schifo…

    RispondiElimina