13 maggio 2011

CHIETI - CHI VINCE LA TAPPA? IL TUNNEL !



A parte il fatto che chi vince vince a noi della Madonna degli Angeli non ce ne pò fregà de meno, visto che adesso è parecchio tempo, grazie anche alla lungimiranza di una giunta che non ha previsto in tempo la manutenzione della Scala Mobile, che ci dobbiamo fare lo "scarpino" fino a Chieti, che per certi versi per noi anziani è diventata "irraggiungibile" a piedi perchè si deve ricorre all'ausilio del pulmino, almeno in salita. Non vi dico che disagio ha causato una situazione del genere a chi, ogni mattina andava a fare la spesa in Piazza Malta. Vi riporto cosa ne pensa al riguardo (corsa si e corsa no! Scala mobile - Tunnel per andare a Chieti ) il nostro menestrello Luciano Pellegrini:

"... La tappa per chi arriva primo sul funzionamento dell’ascensore “via tunnel”, o la scala mobile, a questo punto penso che se la aggiudicherà la landbau srl, l’impresa realizzatrice dei lavori dell’ascensore.(ndr. Quella per intenderci voluta fortemente e avviata dalla giunta precedente RICCI). Ho visto venerdì 13 Maggio, in largo Barbella che nel vano dove alloggeranno le cabine dell’ascensore sono stati montati gli argani, le funi, per cui a fine giugno se non ci saranno intoppi speriamo che l’ascensore funzioni. Ci saranno migliaia di persone che così non saranno penalizzate per raggiungere il centro città e godersi sia la settimana mozartiana che gli artisti di strada. Invece la scala mobile è immobile. L’ho percorsa sia in discesa e sia in salita per trovare qualche operaio. Nessuno… solo persone avvilite che scendevano e salivano. A metà scalinata c’era una porta aperta e curiosando ho voluto rendermi conto dove portava. Uno spiazzo ma con tanta, tanta sporcizia… Meglio tenerla chiusa! Però, cari amministratori, non è meglio risparmiare i soldi per la manutenzione della scala mobile ed investirli in qualche idea più attuale? Non avete indicato né la data inizio lavori e né quella termine lavori. E’ STATA UNA SCELTA MEDITATA. Piuttosto che essere invidiosi, incazzati, ammesso che nell’anno domini XXXX i lavori saranno terminati, si dovrà pensare che due impianti per raggiungere il centro città sono troppi ed avranno dei costi. I cittadini dovranno essere tassati per gestirli? Meglio pensare a riconvertire questa opera…! Per esempio potrebbe essere utilizzato per:


  • allenamento di sportivi,
  • per farci la “ scivolarella”-
  • come bottega d’arte –
  • come esposizione oggetti degli extracomunitari…

Scritto da: Luciano Pellegrini





p.s. Questo è un esempio chiaro e lampante di come, anche se ci fossero, non si sanno spendere i soldi dei contribuenti e in un'Italia che va và verso il Federalismo Fiscale, dove le Regioni, le Provincie e i Comuni dovranno affidarsi a persone capaci, non può che impensierimi. Prima ci dissero che stavamo male, non vorrei che "questi" ci portassero a stare peggio.



4 commenti:

  1. personalmente, costretto volente o nolente a farmi la salita della Via De Turre la cosa assume rilevanza capitale e in mancanza della Scala Mobile ben venga il Tunne. C'è solo d'augurarsi che si sbrighino e che sia pronto almeno per la fine di Giugno... sta arrivando l'estate e se qualche turista decidesse di venire su a Chieti a vedere cacchccose di quelle che ci stà almene nze fa lu scarpine, visto che sul colle di parcheggi ce ne stanno veramente pochi.

    RispondiElimina
  2. l'ho fatta anch'io un paio di volte sta salita della Scala oggi Immobile e a metà mi son dovuto fermare, mi manca il fiato. Per respirare mi sono affacciato al "balconcino" a rifiatare. Comunque così solo pochi disperati la usano a causa della sua ripidità e pendenza !

    RispondiElimina
  3. Spero che all'inaugurazione del TUNNEl ci sia RICCi e tutti gli uomini della sua giunta, che l'hanno fortemente voluto... trovandone i soldi (circa 80%)in Europa. Il Tunnel verrà ricordato come l'ultima e unica cosa fatta, di un certo pregio e una certa utilità, negli ultimi 50 anni. Si era parlato anche di di una "monorotaia" per collegare il Tricalle a Chieti e stabilirne un contatto più diretto. Quelli che abitano lì senza pulmann non si degnano neanche di una passeggiata a Chieti la sera, la salita è molto irta.

    RispondiElimina
  4. Be', se stai peggi nella ottica del "federalismo" significa che il sistema funziona perchè lo Stato non interviene a ripianare i buchi fatti dalle amministrazioni locali.

    A quel punto se non sei masochista, cambi amministratori scegliendo qualcuno piu' capace. Oppure prendiamo atto che la democrazia non funziona.

    RispondiElimina