21 settembre 2012

Chieti - Abruzzo con due "B"


Quasi 65mila nuove tessere sanitarie sono state consegnate ai relativi proprietari con tanto di errore grammaticale. Alla voce Regione infatti, Abruzzo è stato scritto con due " B ". La Direzione Sanità regionale ha chiesto chiarimenti alla società informatica Sogei. Quest'ultima, infatti, gestisce per conto del Ministero dell'Economia la stampa di detti tesserini di colore blu, compresi quelli contenenti l'errore grossolano che ha già fatto sbellicare dalle risate parecchia gente sull web. La ditta ha fatto immediatamente sapere di aver attivato un processo di sostituzione delle tessere sanitarie con la dicitura errata. Operazione che, a parte il tempo, non comporterà nessun tipo di onere a carico del cittadino e dello Stato. Chissa' se il tizio che ha scritto Abruzzo con due " B " , sa che coglione si scrive con la "GLI"

nonnoenio

4 commenti:

  1. una disattenzione costata cara in termini di attendibilità della Sogei...

    RispondiElimina
  2. Direi che la questione è più generale.
    La Scuola fabbrica semi-analfabeti.
    I semi-analfabeti necessariamente vengono assunti nelle aziende, sopratutto nelle aziende statali e para-statali.

    Io ho lavorato personalmente con ragazzi laureati che non sapevano scrivere, C e Q, doppie Z e H distribuiti a caso, incapacità di coniugare i verbi oltre il passato prossimo e l'imperfetto, eccetera.

    Figuriamoci in regioni dove il tasso di analfabetismo funzionale supera il 30%.

    RispondiElimina
  3. Oh.. be'..
    In un negozio ho visto scritto " Giacconi in bottiti "
    Che dire, a Roma non sarebbe un errore cambiare la GL con J.
    Ciao e grazie della visita.

    RispondiElimina