24 settembre 2014

Chieti - Antenna travestita


In Abruzzo, cento ne pensano e altrettanto ne fanno. Ultimamente si è assistito ad un tentativo un pò bizzarro di mimetizzare la tecnologia con la natura che non piace affatto alla gente del luogo che ha intrapreso contro la Wind, la solita partita italiota di ping pong giudiziario, fra Tribunale amministrativo e Consiglio di stato. Sembra un albero di Natale, ma gli esperti assicurano che non si tratta di abete ma di cipresso. Mancano le palline e i festoni, è vero, ma da qui a dicembre c’è ancora tempo per completare l’opera. Intanto c’è la sorpresa: i rami, infatti, nascondono (si fa per dire) un’antennona per telefonini cellulari. Il mammozzo, un traliccio alto una trentina di metri, è stato piantato fra l’abbazia di San Giovanni in Venere e Fossacesia marina. Per il momento pare abbia la meglio il gestore di telefonini, ma non è detta l'ultima parola. È piuttosto maldestra l’idea di travestire da albero un traliccio di metallo, ma se dovesse passare, non si esclude che a qualcuno possa saltare in testa di mimetizzare con falsi balenotteri di plastica le trivelle petrolifere davanti ad Ortona nell'Adriatico e magari trasformare dette piattaforme, in isolotti per andarci a prendere il sole d'estate....

nonnoenio

11 commenti:

  1. Le antenne travestite non sono una novità: in molti paesi esteri sono cosa comune già da decenni... Poi si sa che la gente si lamenta sempre: non vuole le antenne però guai se il cellulare non prende perfettamente anche in cantina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai perfettamente ragione.."nulla nel mio giardino", per questo i giudici per adesso si palleggiano la responsabilità di una risposta...

      Elimina
    2. La alternativa esiste ed è ovvia, invece di una antenna di 30 metri si possono costruire 30 antenne da 1 metro. Magari non in questa proporzione ma rendo l'idea. In futuro questi apparati saranno miniaturizzati. Il problema di solito è lo scavalcamento delle montagne, lo stesso che per il segnale TV.

      Elimina
  2. Se qualcosa è brutto di suo è difficile abbellirlo, piuttosto si ridicolizza. Che tristezza!
    Buona giornata Enio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bisogna sempre vedere, come direbbe Lorenzo, a chi giova una antenna del genere. Di solito la verità sta nel mezzo...Spesso alcuni condomini fanno installare le antenne sul terrazzo per ridurre le spese condominiali... che vengono pagate dall'operatore che installa

      Elimina
  3. Una volta era più diffuso questo travestimento, da me invece sono tutti in bella vista.

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  4. Ho pensato alle pale eoliche. Vestite da mulino a vento non starebbero poi male ma... se arrivasse all'improvviso Don Chisciotte per buttarle giù? Un salutone, Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che non hai visto un generatore eolico da vicino, sono MOLTO più grandi dei mulini.

      Il guaio però è un altro e cioè che importiamo anche quelli.

      Elimina
  5. anche io pensavo alle pale eoliche che in molti luoghi deturpano non poco il paesaggio, secondo me è anche una questione di scelte più o meno tecnologia, quanti sono disposti a rinunciare a qualche tacca in meno di telefonino

    RispondiElimina
  6. io resto esterrefatto quando salgo sui mezzi bubblci nel vedere tutta questa massa di esseri umani ognuno col suo aggeggetto in mano e picchiettano picchiettano col loro dito sull'aggeggio senza che ne esca nulla.
    Ma che catzo se picchiettano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo chiedevo anche io e ho scoperto che di solito fanno due cose:
      1. giocano, l'equivalente del solitario per Windows e io ho sempre pensato che bisogna essere veramente scemi per giocare a solitario. (sempre disinstallato per prima cosa).
      2. scrivono messaggi. Pare che al giorno d'oggi se non sei in contatto con altri cento pirla tramite una "app" sei un reietto e questa è la ragione per cui i ragazzini si buttano dalla finestra se gli tagliano questo cordone ombelicale.

      Se uno non temesse le conseguenze delle radiazioni, esistono dei dispositivi portatili detti "jammer" che bloccano le frequenze usate dagli smartphone e quindi azzittiresti tutti intorno a te.

      Elimina