16 dicembre 2016

Chieti - La sconfitta di Pirro


Oggi guardando gli scenari politici italiani, vediamo infatti un Movimento 5 Stelle che non vuole legarsi con nessuno, un Centrodestra che non trova accordi di alcun genere (Berlusconi ha chiuso e Salvini da solo non va da nessuna parte), gli altri partiti sono frazionali che non giocano ruoli significativi. Un Renzi, che prima di andarsene da Palazzo Chigi, ha fatto un vertice con Padoan e Gentiloni per concordare le mosse successive alle sue dimissioni. E, dato che la politica – tolte le variabili impazzite – è una scienza esatta, tutto è andato come previsto. Mattarella poi ha fatto il suo dovere, attenendosi strettamente alla Costituzione, di cui è garante. Il reincarico era doveroso e la scelta del premier doveva rispecchiare la maggioranza esistente in parlamento. Renzi infatti non è mai stato sfiduciato. Hanno voglia le opposizioni a invocare le elezioni subito. La Costituzione non è stata modificata per legge, tanto meno verrà modificata a «furor di popolo», come cantano alcuni leader. Questo governo affronterà le emergenze economiche, sociali e umanitarie, poi farà sì che la legge elettorale diventi plausibile per un paese democratico ed estesa a entrambe le camere del Parlamento. Al momento opportuno il Governo potrà ritenere di aver concluso il mandato e concordare eventuali elezioni anticipate. Nel frattempo Renzi avrà avuto modo di preparare un ritorno alla grande e ricominciare il suo sogno di rivisitare la Costituzione italiana e portare l'Italia nel futuro. Stavolta in maniera migliore, magari condivisa. Questo non lo dico perché appoggio Matteo Renzi, sia ben chiaro, ma perché la strada è tracciata dallo scenario politico di questo momento storico. Ai posteri l'ardua sentenza direbbe il mio professore di italiano Zizolfi.

@nonnoenio

10 commenti:

  1. porello, tradito proprio dall'immaginifico bobbolo thajathano
    a cui aveva dato molto

    RispondiElimina
  2. Forse accadrà quanto dici tu, Renzo....intanto andiamo avanti alla meno peggio, come sempre
    Tantissimi auguri di buone festività, silvia

    RispondiElimina
  3. Ciao Enio, grazie del tuo interessamento ma per ota la salute non mi permette molto.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
  4. Enio, va a finire come avevo previsto. E' troppo facile far cadere gli altri ma bisogna anche avere delle prospettive da proporre, cosa che a quanto sembra il movimento 5 stelle e gli altri partiti non sanno fare. Allora forse era meglio tenersi Renzi pur limitando le sue offensive ? Come dici tu : ai posteri l'ardua sentenza. Per me a 74 anni (fra poco) penso che ormai " Il dado è tratto" come diceva la mia professoressa d'italiano e di storia (anni 60). Ciao e buone feste natalizie.

    RispondiElimina
  5. Mah!! Quello che vedo io, e per fortuna non sono l'unico, è che questa, quella che tu hai citato, è una classe politica finita, al capolinea, sul viale del tramonto. E lo sanno benissimo anche loro, visto come si stanno affannando a salvare il salvabile, ossia a mettere in difficoltà, con una legge elettorale fatta apposta, quei partiti o movimenti oggi emergenti.

    Sul Partito Democratico vedremo cosa uscirà da questa "direzione del partito" in seduta plenaria. A me sembrano sempre più simili a quella vecchia Democrazia Cristiana che gli italiani votarono per quasi 40 anni (perché allora i comunisti mangiavano i bambini e bestemmiavano!!)

    Ci saranno nuove forze politiche nel prossimo futuro del Paese, oggi ancora nella fase embrionale, alcune più attente al sociale e agli ideali socialisti ed altre più fasciste e xenofobe, sicuramente formazioni politiche estreme ai due attuali poli moderati di centrodestra e centrosinistra.

    Ah si, ci saranno pure i 5 stelle! Esperienza di cui presto gli italiani sanciranno il completo fallimento... e non perché sono corrotti come l'attuale classe politica ma perché non hanno una classe dirigente e politica degna di questa definizione. Magari gli italiani, rivoluzionari da salotto, li voteranno anche per ancora lungo tempo! Magari governeranno anche il Paese... ma già oggi stanno dimostrando che se possono essere validi nel governo di piccole realtà locali, sono totalmente impreparati per governare grandi città! Figuriamoci cosa potrebbe accadere se dovessero governare l'intero Paese!

    Ciao Enio.

    RispondiElimina
  6. Sono molto curioso, il tempo potrebbe potenziare Renzi

    RispondiElimina
  7. Concordo. Nel frattempo però se venissero fatte scelte sensate per il nostro Paese, non sarebbe male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, difficile che gente messa li a rendere conto ad elite apolidi possa fare scelte nell'interesse degli Italiani.

      Non prendertela ma non hai la percezione del problema.

      Elimina
  8. "Questo governo affronterà le emergenze economiche, sociali e umanitarie"

    Ah, le comiche.
    Pare che la prassi di fare sparate incredibili sia passata da Renzi, detto "il bomba" al popolo tutto.

    RispondiElimina