10 luglio 2020

Donne con le palle

Tre donne hanno in mano il destino dell’Unione europea e dunque quello di noi tutti: Angela Merkel a cui spetta il semestre di presidenza del Consiglio europeo, Christine Lagarde (Bce) e Ursula von der Leyen (Commissione europea). E non è un male, specie dopo aver sentito il primo discorso da leader dell’Ue della cancelliera tedesca. La Merkel ha richiamato all’ordine gli Stati membri, ma soprattutto ha delineato il futuro guardando all’orizzonte e non al pollaio politico. Ha parlato di rigore e di solidarietà verso i Paesi in difficoltà, soprattutto di un’Europa che, se davvero unita, potrà fare da apripista alla ripresa. Ora immaginiamo già la grancassa di chi dipinge come novello kaiser chiunque ci chieda più serietà su spesa pubblica e politica industriale. In realtà passa proprio dal rigore e da un corretto rapporto con i partner l’unica strada che davvero abbiamo per uscire dal pantano. Inutile suonare la grancassa degli slogan: i soldi dell’Europa ci servono e il Mes è il primo vero atto verso quell’Unione politica che in tanti auspicano. In questo senso il sì di Berlusconi al Mes non è un tradimento politico, ma un atto di semplice buonsenso.

@nonnoenio

2 commenti:

  1. L’Italia ha un doppio problema. Non solo quello di chi agita la bandiera nazionale per andare all’incasso alle urne, ma anche quello di un governo che fa tanti proclami senza che tradurli in atti concreti. Abbiamo le vertigini a furia si sentire parlare di miliardi di euro distribuiti a destra o a manca. In realtà migliaia di lavoratori sono a casa in attesa dei soldi della Cassa integrazione, le aziende si dibattono nelle pastoie delle regole bizantine per ottenere i fondi per ripartire. Interi comparti economici sono allo stremo e il Pil potrebbe calare fino all’11%, ma a Palazzo si litiga o si fa l’«ammoina». Il sospetto è che la parola d’ordine non sia far ripartire l’Italia ma tenersi poltrona e stipendio più a lungo possibile. Speriamo di sbagliarci

    RispondiElimina
  2. Enio, sono completamente d'accordo con te. Spero che le donne possano far avanzare finalmente la vera EUROPA perché attorno vedo solo degli uomini senza palle o certi che credono di averle. Scusa i termini ed accetta un amichevole abbraccio.
    PS Scusa anche l'assenza.Piccoli problemi.

    RispondiElimina