29 maggio 2017


«I tempi in cui potevamo fare pienamente affidamento sugli altri sono passati da un bel pezzo, questo l’ho capito negli ultimi giorni. Noi europei dobbiamo prendere il nostro destino nelle nostre mani».


All’indomani del G7 di Taormina Angela Merkel commenta così, pur non citando esplicitamente gli Usa, la due giorni di un summit che non ha trovato l’accordo su temi cruciali come il clima, per l’opposizione del presidente Usa Donald Trump.


9 commenti:

  1. Non che straveda per Trump, che sarà anche un cowboy un po' burino, e che forse non tiene in gran conto il demenziale accordo sul clima a cui certi cosiddetti leader europei a cortissimo di argomenti si attaccano ad ogni pie sospinto, ma che i tedeschi, proprio loro,frignino e si lamentino per la mancanza di statura di Trump, fa veramente ridere.... La Germania degli altri paesi europei se ne è sempre altamente strafottuta, ha il peggior camcelliere dela sua storia, per ottusità e incapacità di visione prospettica, solamente concentrata sul vantaggio immediato per l'elettore tedesco.... Se l'Europa e in crisi di identità è principalmente colpa della assoluta inadeguatezza della leadership tedesca....

    RispondiElimina
  2. Non solo i crucchi hanno dubbi: Israele ha toccato con mano la superficilatia’ di Trump e pure gli Inglesi non si fidano. Da spettacolo quando Trump ha spintonato Markovic (primo ministro del Montengro) per presentarsi in prima fila: narcisista senza classe...fonti ufficiali del Giornale dicono che Putin ha ordinato a Trump di spintonarlo perche’ ha aderito alla NATO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la Merkrel dovrebbe dare spiegazioni sulle sue macchinine taroccate sull'inquinamento prodotto senza verificarne la giusta entità... il cowboy americano ha la testa in altre faccende e dei problemi nostri se ne fotte altamente.....

      Elimina
  3. E' iniziata la campagna contro Trump. E' inutile, chi nel bene e nel male è esterno alla "cerchia politica", non è ben accetto. Proviamo a vedere cosa combina almeno il primo anno!!!! e poi perché noi italiani dobbiamo fidarci dei tedeschi? Sono almeno 50 anni che tra prestiti economici fatti a noi e ricatti subiti da loro, ci hanno messo a 90 gradi da almeno 60 anni. Sono contento di questo Trump, finalmente un osso duro e troppo grosso anche per loro. Era ora...

    RispondiElimina
  4. Coma diceva un mio amico su un suo blog fiducia nel presidente degli USA... mi è bastato vedere Trump al Muro del Pianto è ho avuto l'impressione di vedere Hannibal Lecter in un ristorante vegano.

    RispondiElimina
  5. NOI, del partito degli under 70.000, comunque, abbiamo lasciato nel programma il referendum per essere annessi dalla germania

    RispondiElimina
  6. Speriamo prosegua il lungo cammino di pace.

    RispondiElimina